Sebastiano Francesco ALBERGO

Professore ordinario di FISICA SPERIMENTALE [FIS/01]
Ufficio: DFA 343
Email: sebastiano.albergo@ct.infn.it
Telefono: 5303
Orario di ricevimento: Lunedì e mercoledì dalle 15:00 alle 16:00 per evitare sovrapposizioni è consigliato di prenotarsi via posta elettronica


Laurea e Dottorato in Fisica all'Ateneo di Catania

Ordinario di Fisica Sperimentale presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia "Ettore Majorana".

Delegato dipartimentale alla Ricerca Scientifica

ultimo aggiornamento: 21 marzo 2020

Titoli di studio, premi, posizioni lavorative

-       1983: Laurea in Fisica presso Università di Catania, con massimo dei voti e lode.

-       1988: Dottorato di Ricerca (PhD) presso Università di Catania.

-       1989: premio per giovani laureati della Società Italiana di Fisica.

-       1991 - 1999: Ricercatore a tempo indeterminato in Fisica Nucleare e Subnucleare  all’Università di  Catania.

-       1999-2005: Prof. Associato in Fisica Sperimentale all’Università di  Catania

-       dal 2005: Prof. Ordinario in Fisica Sperimentale all’Università di  Catania

 

Responsabilità scientifiche e organizzative 

-       1996 e 1998 membro della commissione locale organizzatrice  della CRIS conference, e curatore dei proceedings.

-       2001 Membro della Commissione locale organizzatrice del  2nd Workshop on CMS Physics at LHC.

-       2005 Membro della Commissione locale organizzatrice di IFAE 2005 conference, e curatore dei Proceedings

-       2000-2012 Responsabile del gruppo di Catania dell’esperimento CMS.

-       2001-2007 Coordinatore del Gruppo 1 –  Particelle Elementari - della Sezione INFN di Catania.

-       2001-2007 membro della Prima Commissione Scientifica Nazionale dell’INFN.

-       2010-2016:  Direttore del  Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia

-       2012-2016:  membro del Senato Accademico dell’ Università di Catania

-       2013-2019 :  responsabile  del progetto ELI/NP presso la Sezione INFN di Catania

-       2013-2017:  responsabile  del progetto Calocube presso la Sezione INFN di Catania

-       2015: responsabile  del progetto Classic presso la Sezione INFN di Catania

-       dal 2018: responsabile  del progetto RD-FA presso la Sezione INFN di Catania

-       dal 2020: responsabile dell'esperimento DarkSide - unità Sezione INFN di Catania

-       dal 2019: coordinatore del dottorato di ricerca in Fisica  di Catania

-      dal 2018: presidente della Commissione Ricerca del Dipartimento di Fisica e Astronomia

-      ha pubblicato oltre 800 lavori con oltre 40000 citazioni, con h-index 88


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
Anno accademico  

Il suo primo lavoro su rivista è del 1985. Si tratta di un articolo ancora  citato (ad oggi quasi 300 citazioni) che ha proposto un metodo originale (Metodo dei Rapporti Isotopici) per misurare le temperature raggiunte dalla material nucleare nelle reazioni tra ioni pesanti.

Grazie all’uso di questo Metodo dei Rapporti Isotopici, a partire dagli anni ’90 sono state misurate le curve caloriche della materia nucleare da parte di numerose collaborazioni internazionali. Nell’ambito di una di queste (collaborazione EOS al Lowrence Berkeley Laboratory)  ha a lungo collaborato, pubblicando, tra altri significativi lavori, alcuni  articoli  sulle prime evidenze sperimentali di transizione di fase nella materia nucleare, uno dei quali basato sul  metodo termometrico del 1985. Anche il numero di citazioni di questi articoli ha raggiunto livelli inusuali nell’ambito della letteratura scientifica di  Fisica Nucleare.

I primi anni ’90 lo hanno visto  impegnato anche in uno dei primi esperimenti di ricerca di particelle esotiche multibarioniche (“strangelets”) all’AGS del Brookhaven National Laboratory -USA (esperimento E896), esperimento che ha rappresentato per lui un ponte verso la fisica delle particelle elementari e  che lo ha portato a diventare membro della collaborazione CMS (di cui ha firmato il Technical Proposal nel 1994, con il quale scoprirà nel 2012 il bosone di Higgs). Nell’ambito della collaborazione CMS  è stato dal 2000 al 2012 responsabile locale del gruppo CMS di Catania ed anche coordinatore del  Centro di Produzione catanese dei rivelatori a microstrisce di silicio, destinati al tracciatore dell’esperimento CMS. In tale contesto è stato anche membro al CERN della collaborazione RD48, indirizzata allo studio di rivelatori a silicio resistenti alle radiazioni.

Dal 2013 si è occupato di ricerca e sviluppo di calorimetria ed in tale ambito ha coordinato il WP5 nel progetto di calorimetria CALOCUBE, vincitore della Call competitiva di Gruppo V INFN del 2013. Sempre in tale ambito è membro della collaborazione RD-FA dell’INFN, per lo studio di esperimenti ai futuri acceleratori, contribuendo a R&D su calorimetri innovativi per esperimenti ai futuri acceleratori.

dal 2019 è  membro  della collaborazione DarkSide, per la ricerca diretta di materia oscura

- Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Fisica di Catania

- membro della Commissione Ricerca di Ateneo

- presidente della Commissione Ricerca di Dipartimento

propone tesi di laurea su:

- tecnologie innovative per rivelatori di particelle

- ricerche sperimentali di materia oscura