ELENA BRUNO

Ricercatrice di FISICA DELLA MATERIA [FIS/03]
Ufficio: DFA 262b
Email: elena.bruno@ct.infn.it elena.bruno@dfa.unict.it
Telefono: 0953785371
Fax: 095 337938
elettra3
Orario di ricevimento: Lunedì dalle 09:30 alle 11:30 Si prega di contattare il docente entro le 14:00 del giorno prima | Mercoledì dalle 14:30 alle 15:30 Si prega di contattare il docente entro le 14:00 del giorno prima


INFORMAZIONI DI BASE

  • Data di nascita 10/4/1978
  • Posizione: Ricercatore T.I. FIS/03 ssc 02/B1

 

FORMAZIONE ED ESPERIENZE PROFESSIONALI

  • 2010 – Co.Co.Co. fal Consiglio nazionale della Ricerche (CNR) – IMM Catania
  • 2006 – 2010- Post-Doc al CNR – IMM Catania (ex INFM Istituto Nazione di FIsica della Materia)
  • Febbraio 2007 – Ottiene il titolo PhD in Scienza dei Materiali con una tesi dal titolo: “Diffusion and clustering of B in Si: basics and defect engineering”, Supervisor: Prof. F. Priolo, Dr. S. Mirabella
  • Aprile 2003 – Si laurea in Fisica presso l'Università di Catania con 110/110 e la lode con una tesi dal titolo s: “Formation and dissolution of boron interstitial clusters in crystalline silicon”.

 

DIDATTICA

  • Dal 2012:  "Fisica e applicazioni di fisica 9 CFU", presso il corso di laurea in Scienze Geologiche UniCT
  • Dal 2017:  "Fisica Medica", presso il corso di laurea Infermieristica UniCT
  • Dal 2018:  "Fisica applicata", presso il corso di laurea Scienze radiologiche UniCT
  • Tutor e cotutor d più di 20 tesi in Fisica della materia
  • Supervisor di 3 studenti PhD
  • 2011-2012: : attività didattica di supporto al corso "Fisica Generale 2", laurea in Fisica UniCT
  • 2011: attività didattica di supporto al corso "Istituzioni di strutura della materia", laurea in Fisica UniCT
  • 2013-2014 attività didattica sulle giunzioni p-n junctions per il CNR Catania
  • 2000-2002 and 2012: tutor ne laboratori didattidi del Dipartimento di Fisica e Astronomia

 

ALTRE ATTIVITA’

• Dal 2013 membro del PhD Doctoral College in "Scienza dei materiali e nanotecnologie"; 2012-2015: membro del PhD Doctoral College in "Scienza e tecnologia dei materiali";

• 2004-2006: incarico di associazione al National Institute of Physics of Matter (INFM)

• Dal 2011: incarico di associazione al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)

• Dal 2014: referente del Dipartimento di Fisica e Astronomia per la web tv dell'Università dell'Università di Catania

• Dal 2016: rappresentante attraverso l'elezione dei ricercatori all'interno del comitato scientifico del CSFNSM (Centro siciliano di fisica nucleare e struttura della materia)

• Dal 2015: membro del Consiglio scientifico del CENTRO SERVIZI PER LA RICERCA E L'INNOVAZIONE IN BIO E NANO-TECNOLOGIE DELL'UNIVERSITÀ DI CATANIA - BRIT

• 2016-2018: referente per l'Area tecnologica denominata "Sintesi di materiali avanzati" per la sezione Catania-Università dell'Istituto di Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IMM-CNR)

• Dal 2015: associazione scientifica al CSFNSM (Centro siciliano di fisica nucleare e struttura della materia)

• Dal 2015: Responsabile scientifico di due grandi apparecchiature: Deposizione ALD / Magnetron Sputter e Dual beam FIB presso il CENTRO BRIT DELL'UNIVERSITÀ DI CATANIA

• Dal 2009: è impegnata in molte attività di terza missione e divulgazione scientifica, organizzazione di mostre, tour scientifici, dibattiti, ecc.

___________________________________________________________________________

 

ATTIVITA' SCIENTIFICA

PRODOTTI

PRODUZIONE COMPLESSIVA

La produzione scientifica ha prodotto:

• Più di 60 articoli su importanti riviste internazionali con peer review (con fattori di impatto fino a 13.667)

• 14 comunicazioni in conferenza come relatore (tra cui 2 interventi su invito).

• Referee di diverse riviste internazionali con fattori di impatto fino a 13.667

• Referee di 3 progetti nazionali (PRIN e FIRB)

• Membro di diverse commissioni per incarichi di ricerca / borse di studio e commissioni tecniche

• È membro del programma e dei comitati organizzativi locali di diverse conferenze scientifiche internazionali

• Referente di unità in un progetto PRIN (2019-2022)

 

QUALITÀ GENERALE DELLA PRODUZIONE SCIENTIFICA

La qualità generale della produzione scientifica dell'IP può essere desunta dai seguenti punti:

1 pagina di copertina su riviste Q1 nella categoria tematica "Scienza dei materiali - polimeri e materie plastiche" (l'argomento di uno dei lavori è strettamente pertinente alla presente proposta) e 1 pagina di copertina posteriore su riviste Q1 in Polymer Science (argomento rigorosamente pertinente alla presente proposta).

2 interventi su conferenza internazionale

Ha ricevuto 4 premi per la sua attività di ricerca.

INDICI BIBLIOMETRICI (fonte: Scopus, accessibile il 7 febbraio 2018)

Più di 600 citazioni Indice H = 15


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
Insegnamenti tenuti presso altri dipartimenti

L’attività di ricerca scientifica, iniziata nel 2002 durante la tesi di laurea, vede ad oggi tre macroaree applicative, attivate in periodi successivi come indicato. La stessa ricerca indica oltre 700 citazioni complessive e un H-index di 15.

 

La ricerca scientifica è dedicata alla sintesi, alla manipolazione e allo studio delle proprietà strutturali, elettriche e ottiche dei materiali innovativi (a base di Si, Ge, ossidi metallici, grafene, etc.) per applicazioni in vari campi come microelettronica, fotonica, energia, bio-medicina e bio sensing, purificazione delle acque, e così via.

 

Nel dettaglio, la prima macroarea comprende attività incentrate su difetti, diffusione e attivazione elettrica di droganti in Si e in Ge. Uno studio sperimentale molto esteso dei meccanismi di base che regolano le interazioni tra difetti di punto e droganti ha permesso di dare significativi contributi nella comprensione del meccanismo di diffusione di B in Ge e in Si, dell’attivazione di B e Ga in Ge, nell’utilizzo di He, F e C per la ingegneria dei difetti di punto in Si, e di O per i difetti in Ge.

La seconda macroarea, più recente, ha per oggetto la sintesi low-cost e controllata di nanostrutture di ossidi di metalli di transizione per applicazioni nel campo dei sensori. Tra i materiali studiati si evidenziano le nanostrutture di ZnO (nanorods e nanowalls), di NiO (nanofoam) e recentemente di WOx .

La terza macroarea, anch’essa recente, riguarda lo studio di materiali a base di grafene e in particolare di strutture tridimensionali di grafene (spugne) realizzate tramite deposizione CVD. Tali strutture, accoppiate a nanostrutture di ossidi metallici o materiali polimerici vengono investigate sia per la realizzazione di sensori che per sistemi utili per la purificazione dell’acqua.

 

La pluriennale attività di ricerca ha contribuito alla formazione di una competenza specialistica e professionale sia nella preparazione e lavorazione dei materiali che nella loro caratterizzazione, acquisendo una notevole padronanza nell'uso di molte strumentazioni (ad esempio molte tecniche di deposizione come molecular beam epitaxy, chemical vapor deposition o magnetron sputtering, impiantazione ionica, pulsed laser annealing, microscopia elettronica a scansione, spettroscopia XPS, spettrometria di ioni retro diffusi alla Rutherford, RHEED, misure elettriche, ecc).

 

La prolungata presenza in laboratorio ha consentito, tra l’altro, una buona maturazione della gestione dei sistemi da ultra-alto-vuoto, delle procedure di preparazione dei substrati, delle norme comportamentali in ambiente ad atmosfera controllata, etc.

 

Collaborazioni nazionali, internazionali e con industrie

 

  • Newcastle University, UK (Prof. N. Cowern)
  • University of Valladolid, Spain (Prof.ssa L. Pelaz)
  • University of Muenster, Germany (Prof. H. Bracht)
  • CNRS-LAAS, Toulose, France (Dr. F. Cristiano)
  • Tyndall, Ireland (Dr. R. Duffy)
  • 2Los Alamos National Laboratory, Los Alamos, New Mexico 87545, USA (Dr. M. Nastasi)
  • STMicroelectronics, Italy (Dr. S. Ravesi, Dr. S. Conoci, G. Franco, ecc.)
  • L.M.P. Università di Tours, Tours Cedex, Francia (Dr. Alquier)
  • Helsinki University of Technology , Helsinki, Finlandia (vari)
  • Università di Surrey UK (Prof. Williams)
  • Università di Messina, Italia (Prof. G. Neri)
  • CNR-IMM, sezione di Catania, Italia (vari)
  • Università di Padova, Italia (Prof. Carnera e altri)
  • Università degli Studi di Napoli Federico II (Prof. Filippone)
  • Università degli Studi di Palermo (Prof.ssa. N. T. Dintcheva)
  • Università degli Studi di Salerno (Prof.ssa P. Scarfato)

 

La sottoscritta è ampiamente coinvolta in attività di Terza Missione. 

Attività continuativa

Eventi specifici

  • Notte dei Ricercatori 2009
  • Salone dello Studente 2014
  • mostra PHOSforeSCIENZA (http://csfnsm.ct.infn.it/Phosforescienza/), svoltasi presso Le Ciminiere, Catania, in occasione dell’Anno internazionale della luce 2015
  • Incontro/dibattito rivolto alle scuole “Dalle Stelle alle Particelle - Cinque ricercatrici raccontano la loro esperienza di ricerca e il loro vivere la fisica al femminile” 2016
  • FAMELAB – il talent-show della Scienza, selezione di Catania (http://www.famelab-italy.it/) - preselezione dei candidati del 2 marzo. 2017
  • PINT OF SCIENCE
  • edizione di Catania (https://pintofscience.it/events/catania) 2018-2020
  • Incontro dibattito  In Estate si imparano le STEM La Scienza al femminile 2018
  • SHARPER Notte Europea dei Ricercatori. 2018-2019
  • Intervista/dibattito sul ruolo della donna nella ricerca scientifica a RADIO CUTELLI 2019

 

Altre attività

30/04/2019
ciao

ciao

Possibilita' di tesi triennali varie in Fisica.

Possibilita' di tesi magistrali a carattere sperimentale su materiali innovativi per possibili applicazioni in micro e optoelettronica, sensoristica, energia, ecc. Possibilità di lavorare su strumentazioni di avanguardia, sia presso il Dipartimento (CVD per grafene e nanotubi di carbonio appena installato e quindi con ampie possibilità di lavori di ricerca sperimentali, MBE per Si e Ge, impiantazione ionica, laser annealing, microscopia SEM, ecc.) che  presso le nuove Torri Biologiche (Dual-Beam FIB, Sistema integrato ALD-Sputter per nuovi materiali, ecc.).