Rino PERSIANI

Ricercatore di FISICA NUCLEARE E SUBNUCLEARE [FIS/04]
Ufficio: DFA: stanza 343 / LNS: stanza 125a
Email: rino.persiani@dfa.unict.it persiani@lns.infn.it
Orario di ricevimento: Mercoledì e giovedì dalle 08:30 alle 10:30 E' gradita conferma email con 1 giorno di anticipo.


Nato a San Benedetto del Tronto (AP) si laurea in Fisica (vecchio ordinamento) nel 2007 
presso l'Univeristà degli studi di Bologna con una tesi sperimentale sul flusso di neutroni indotto 
da muoni cosmici nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS) con l'esperimento 
Large Volume Detector (LVD). Lo studio sui neutroni viene portato avanti con una borsa INFN per giovani 
laureati, e infine viene perfezionato con il dottorato di ricerca in Fisica conseguito nel 2011 
sempre nella stessa Università fornendo la misura della produzione di neutroni indotti da muoni 
in scintillatore e per la prima volta anche nel Ferro.
Una parte del dottorato (6 mesi) è stata svolta all'estero presso l'Università di Sheffield sotto 
la supervisione del Dr. Vitaly Kudriatsev.
Nel periodo del dottorato entra nel progetto XENON (con gli esperimenti XENON100 e XENON1t) e nel consorzio
DARWIN per la ricerca diretta di materia oscura.

Nei successivi 4 anni rimane presso l'Università di Bologna con un assegno post-dottorato. All'inizio dell'assegno, ha la possibilità di lavorare alla Columbia University come visiting researcher sotto la supervisione della prof.ssa Elena Aprile e misura la produzione di luce nello Xenon liquido per elettroni di bassa energia. Inoltre fornisce un contributo fondamentale alla stima della light collection efficiency per la TPC di XENON1T. Tornato in Italia la sua attività è divisa su diversi working package all'interno dell'esperimento XENON1T: Muon Veto e simulazioni MC. Nel primo collabora ad attivià sperimentali testando PMTs del Muon Veto e installandoli nella water tank dell'esperimento XENON1T. Nel secondo WP apporta un contributo fondamentale alla descrizione geometrica della TPC e dei principali componenti del rivelatore e stima il background elettromagnetico indotto dalla radioattività intrinseca dei materiali usati nella costruzione della TPC. Per l'esperimento Xenon100 diventa responsible shifter e partecipa attivamente a turni di acquisizione dati, manutenzione dell'apparato e analisi dati. 

Con l'inizio della costruzione del rivelatore XENON1T ottiene una posizione post dottorato presso l'Ecole des Mines de Nantes e il Laboratoire Subatech per poter seguire la costruzione e la messa in funzione di un sottosistema del rivelatore XENON1T chiamato ReStoX. In questi due anni acquisisce importanti conoscenze nel campo dei sistemi di vuoto e criogenia. Inoltre diventa Deputy Operation Manager per l'esperimento Xenon100.

Dopo un periodo passato nella scuola ad insegnare Matematica e Fisica in diverse tipologie di scuole Secondarie di II Grado, rientra con un Assegno di Ricerca presso i Laboratori del Sud a Catania nel progetto NUMEN. In questo periodo si occupa particolarmente della realizzazione di un codice in C++ per la simulazione della risposta del rivelatore in costruzione. L'obiettivo è quello di fornire una simulazione attendibile del flusso di dati atteso per testare gli algoritmi di ricostruzione delle tracce e per la progettazione del sistema di acquisizione e storage dei dati. In questo stesso periodo sviluppa un sistema di acquisizione per i test delle sottoparti del rivelatore (PID wall e tracker).

Infine vince una posizione da Ricercatore a Tempo Determinato di tipo A presso l'Università di Catania e attualmente collabora con diversi esperimenti, essendo coinvolto sia nella parte di sviluppo di sistemi di acquisizione sia nella parte sperimentale di caratterrizzazione di Silicon PhotoMultipliers (SiPM).

 

Storia Professionale:
- dal 01/2022: Ricercatore a tempo determinato di tipo A (RTDa) in Fisica delle Interazioni Fondamentali presso 
il Dipartimento di Fisica e Astronomia "E. Majorana" dell'Università di Catania
- dal 05/2021 al 12/2021: Ricercatore post-dottorato presso il Dip. di Fisica e Astronomia "E: Majorana" dell'Università 
degli studi di Catania e associato INFN-LNS. Titolo dell'assegno di ricerca: Nuclear reactions for neutrinoless double 
beta decay (NURE)
- dal 02/2015 al 01/2017: Ricercatore post-dottorato presso l'Ecole des Mines de Nantes e Subatech Laboratoire 
(Nantes, Francia). Incarichi ricoperti: Vice Operation Manager (XENON100) - Responsabile locale ReStoX (XENON1T)
- dal 01/2011 al 01/2015: Ricercatore post-dottorato presso l'Università degli Studi di Bologna e associato INFN Bologna.
Titolo dell'assegno: Studio del veto per muoni dell'esperimento XENON1T. Incarichi ricoperti: Referente XENON al CNAF 
per il calcolo distribuito su GRID (XENON100 - XENON1T) - Responsible Shifter (XENON100) - Responsabile della costruzione di un 
laboratorio criogenico
- dal 09/2007 al 31/2007: Borsa di studio INFN per giovani neolaureati presso l'INFN sezione di Bologna

ANNO ACCADEMICO 2022/2023

visualizza gli insegnamenti