A caccia di onde gravitazionali primordiali

Giorno 6 giugno 2019, con inizio alle ore 13:00, presso l'Aula E del #DFA, per il ciclo Y2Y Meeting del Catania Chapter di EPS YoungMinds, il Dr Giuseppe Puglisi (Stanford University, ex Allievo #DFA) terrà un seminario dal titolo A caccia di onde gravitazionali primordiali. Tutti gli interessati (specialmente gli Studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale in Fisica) sono invitati a partecipare.

ArancinI per tutti (grazie ad EPS YoungMinds) fino ad esaurimento scorte.

Seguiteci sui social!

https://www.facebook.com/epsyoungmindscatania/

https://www.instagram.com/epsyoungminds_ct/

Abstract. Circa 380,000 anni dopo il Big Bang, l'Universo aveva raggiunto energie tali che protoni ed elettroni sono riuscito a “combinarsi” in atomi di idrogeno per la prima volta (Recombination Era). L'universo prima di questa transizione da ionizzato a neutro consisteva in pratica di un fluido di barioni e fotoni, i primi interagendo con gli elettroni attraverso lo scattering Coulomb, gli ultimi interagendo con gli elettroni attraverso lo scattering Thomson. Durante la ricombinazione, l'universo è quindi passato da opaco a trasparente e i fotoni, non avendo più particelle con cui interagire, sono stati emessi sotto forma di radiazione elettromagnetica. Questa luce è nota come radiazione di fondo cosmico (CMB) ed è tutt'oggi osservabile come un rumore di fondo nelle lunghezze d'onda radio e microonde. Negli ultimi anni, lo sforzo di molti esperimenti è stato diretto nel cercare delle fluttuazioni particolari nelle misure di polarizzazione della CMB, dette modi-B, direttamente collegate a delle onde gravitazionali emesse durante l'inflazione, quando l'energia dell'universo era circa 10^16 GeV! Oggi la partita è ancora aperta e vede il contributo della tecnologia per realizzare strumenti sempre più sensibili, di avanzate tecniche di analisi dati, insieme a uno sforzo collettivo di esperimenti da Terra e nello spazio per finalmente rivelare i modi B.

Giovedì, 6 Giugno, 2019