Commissione paritetica di Dipartimento

La Commissione Paritetica Docenti-Studenti (CPDS) del DFA  è costituita dai seguenti componenti:

 

Compiti

La Commissione Paritetica Docenti-Studenti  (CPDS) è preposta alla funzione di primo valutatore interno delle attività formative che si svolgono in Ateneo con riferimento al processo di Assicurazione della Qualità.

L’aspetto innovativo è che i docenti e gli studenti partecipano in maniera paritetica al processo di Assicurazione della Qualità e gli studenti che compongono la CPDS sono contemporaneamente membri attivi della comunità accademica e utilizzatori dei servizi. Gli studenti hanno quindi l’opportunità di incidere direttamente sul miglioramento della didattica e della sua organizzazione. La CPDS del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania è composta da 6 docenti e 6 studenti rappresentanti della laurea triennale, della laurea magistrale e dei dottorati incardinati al Dipartimento. 

La Commissione paritetica docenti-studenti, il Presidio di Qualità e il Nucleo di Valutazione sono gli attori principali dell’Assicurazione della Qualità nelle Università.

Le Commissioni paritetiche docenti-studenti sono state introdotte nel sistema universitario dalla legge n. 240 (del 30 dicembre 2010) che ha attribuisce alle CPDS le funzioni di:

  • monitoraggio dell’attività formativa e della qualità della didattica nonché dell’attività di servizio agli studenti da parte dei docenti,

  • individuazione di eventuali ulteriori indicatori per la valutazione dei risultati delle attività formative,
  • formulare pareri sull’attivazione e la soppressione di corsi di studio. 

Il documento “Accreditamento periodico delle sedi e dei corsi di studio universitari: linee guida” ( AVA2) pubblicato dall’ANVUR nel dicembre 2016 propone importanti innovazioni sul ruolo delle CPDS. E’ enfatizzato il ruolo delle CPDS come organismo primariamente responsabile della valutazione della qualità dei Corsi di Studio (CdS) e dei servizi agli studenti: 

- La CPDS redige ogni anno una relazione articolata per CdSche prende in considerazione il complesso dell’offerta formativa, con particolare riferimento agli esiti della rilevazione dell’opinione degli studenti, indicando eventuali problemi specifici ai singoli CdS”. Tale relazione costituisce un input essenziale per la procedura di riesame ciclico.

- la Relazione della CPDS, viene trasmessa al Nucleo di Valutazione, al Presidio di Qualità e ai Corsi di Studi, che la recepiscono e si attivano per elaborare proposte di miglioramento. 

-le CPDS costituiscono l’interlocutore centrale del Nucleo di Valutazione, quindi delle procedure di valutazione. A questo proposito, le Linee guida AVA2 richiedono una costante comunicazione tra le CPDS e il   Nucleo di Valutazione, che usa le informazioni e le segnalazioni delle CPDS a fini valutativi. Il NdV verifica che le indicazioni delle CPDS siano debitamente considerate dai CdS. Le CPDS dovranno altresì accertare che le azioni correttive indicate nei Rapporti di riesame siano effettivamente attuate e ne sia adeguatamente monitorata l’efficacia.

 

E-mail: commissione.paritetica(at)dfa.unict.it